Basse Old Scarpe Ginnastica Vans Skool da Unisex wvXqnz6 Basse Old Scarpe Ginnastica Vans Skool da Unisex wvXqnz6 Basse Old Scarpe Ginnastica Vans Skool da Unisex wvXqnz6 Basse Old Scarpe Ginnastica Vans Skool da Unisex wvXqnz6 Basse Old Scarpe Ginnastica Vans Skool da Unisex wvXqnz6 Basse Old Scarpe Ginnastica Vans Skool da Unisex wvXqnz6

da Scarpe Unisex Basse Old Ginnastica Vans Skool  

 

Padre Bernardo Cervellera, direttore di Asia News, sarà uno degli esperti intervistati, nello speciale Tg2 Dossier, domani sera, sabato 3 marzo alle 23.45, dal titolo “Il papa scomodo”: la puntata è curata da Enzo Romeo, vaticanista del Tg2 e apprezzato saggista.

«Il messaggio di Gesù è scomodo e ci scomoda, perché sfida il potere e provoca le coscienze». Così ha detto recentemente papa Francesco. Parole che si possono applicare al suo pontificato. Cinque anni “rivoluzionari”, che Romeo ripercorre con l’aiuto di numerose voci di testimoni ed esperti. Bergoglio reinterpreta il ruolo di “sovrano pontefice” per piegarsi sulle periferie del mondo. Le sue novità sono scomode per la Chiesa, dove c’è chi evoca addirittura il pericolo di uno scisma. Molti i problemi ancora aperti, dal contrasto alla pedofilia alla gestione delle finanze vaticane. Ma lo “stile Francesco” riavvicina i lontani e la sua “diplomazia della misericordia” contribuisce a disinnescare la “guerra mondiale a pezzi” che insanguina il mondo.

Diverse le interviste esclusive: dall’arcivescovo di Perugia, cardinale Gualtiero Bassetti, presidente della CEI, allo scrittore Erri De Luca, al pastore protestante Jens-Martin Kruse al teologo don Giuseppe Bonfrate, docente all’Università Gregoriana, all’economista Luigino Bruni. Ancora: interessanti gli interventi di padre Hans Zollner, il gesuita componente della Pontificia Commissione per la protezione dei minori, di Lucetta Scaraffia, direttrice dell’inserto “Donne Chiesa Mondo” de L’Osservatore Romano sul rapporto di Bergoglio con l’universo femminile, di Luigi Alici, docente di filosofia all’Università di Macerata ed ex presidente nazionale dell’Azione Cattolica Italiana, della giornalista e ricercatrice Francesca Santolini, autrice del libro Un nuovo clima. Come l'Italia affronta la sfida climatica (Rubbettino), per finire con Philip Pullella, corrispondente da Roma dell’agenzia di stampa Reuters.

Padre Cervellera al Tg2 parla, in particolare, delle trattative in corso tra Santa Sede e Cina popolare: «Il problema grosso è che in tutti questi dialoghi tra Cina e Vaticano appare sempre la Chiesa ufficiale cinese e mai la voce di quella non ufficiale. È un processo e papa Francesco è famoso appunto per avviare i processi. Credo che lui stia gettando le basi per far comprendere che la Chiesa cattolica e il Vaticano amano la Cina. Tutte le religioni stanno crescendo in Cina, dove c’è un grande desiderio di Dio e c’è tanta gente che si avvicina al cristianesimo. Da qui a garantire un rapporto tra Vaticano e Cina c’è di mezzo la libertà religiosa nella Chiesa. Perché è il Vaticano e il papa che devono decidere quali vescovi nominare. Il dialogo che si sta facendo in questi tempi, così faticoso e anche segreto, è per vedere come salvare un aspetto e l’altro».

La Cina è parte del lavoro diplomatico di papa Francesco. Lei come lo giudica? Questa la risposta del missionario del Pime: «Io trovo che papa Francesco stia aprendo dei nuovi spazi attraverso cui riconoscere la pari dignità a tutti gli stati. Pensiamo al Bangladesh, una periferia del mondo che è stata visitata dal papa, nonostante lì la Chiesa sia una minuscola minoranza. Ogni stato ha diritto ad avere la sua voce all’interno della comunità internazionale e questo è un’indicazione per l’Onu, dove ancora alcuni stati fanno la voce grossa e gli altri ubbidiscono».

Dopo cinque anni – chiede Romeo a Cervellera - trova un qualche cambiamento nelle posizioni di papa Francesco? Risposta: «Trovo che papa Francesco stia ampliando e precisando il suo messaggio. Nell’ultimo messaggio che ha fatto per la Giornata mondiale dei migranti non ha parlato solo dell’accoglienza, ma anche dell’integrazione, della valorizzazione e del rispetto delle leggi locali, e questo vuol dire che in qualche modo ascolta anche le paure e i timori della gente».

Infine. Alla domanda «Qual la cosa che l’ha colpita di più dei gesti compiuti da papa Francesco nei suoi viaggi, specie in Asia?», Cervellera ha risposto: «La sua azione a favore della popolazione Rohingya. Il papa è stato rispettoso rispetto verso le autorità del Myanmar, però ha voluto incontrare questa gente costretta a fuggire dalle proprie case. Questi sono gesti che rimangono. Ancora adesso noi riceviamo delle testimonianze di musulmani del mondo asiatico che ci dicono: “Il papa è stato così vicino ai Rohingya come non hanno fatto i governanti islamici dei nostri paesi”».

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso.  Uomo Scarpe da Walk Nero nbsp;Unwind Skechers 3 Go Ginnastica FnU400qBx